Piercing Ombelico

I piercing all'ombelico di Nova-Piercing combinano eleganza e stile, perfetti per chi vuole esprimere la propria individualità.

La nostra collezione spazia da modelli semplici a gioielli più sofisticati e moderni.

Scegli il tuo piercing all'ombelico ideale da Nova-Piercing per un tocco di eleganza unico.

Collezione: Piercing Ombelico

Piercing all'ombelico: dolore, tipi di gioielli, prezzi, vi diciamo tutto!

Il piercing all'ombelico ha da tempo conquistato un ruolo di rilievo nel mondo dei body piercing, e la sua straordinaria popolarità trova fondamento nella sua sorprendente dolcezza, soprattutto se confrontata, per esempio, con i piercing alle orecchie. Questo piercing si distingue per la sua discrezione, risultando facilmente nascondibile nel contesto lavorativo... a meno che non siate fan sfegatati dei crop top!

Localizzato nella parte superiore dell'ombelico, il piercing ombelico offre un'elegante possibilità di inserire gioielli che ne esaltino la bellezza. In estate, diventa la vostra alleata perfetta per attirare sguardi sulla spiaggia o per accrescere il vostro carisma abbinandolo con audacia a un sensuale crop top.

Considerate la sua posizione tattica, il piercing all'ombelico spesso si cela sotto l'abbigliamento, dunque è fondamentale considerare attentamente questo aspetto durante la fase di guarigione. In tal senso, abbiamo messo a vostra disposizione una guida esaustiva dedicata a questo piercing di fondamentale importanza, con l'intento di agevolarvi nel vostro percorso di comprensione e cura.

Contenuto comprimibile

Piercing all'ombelico: consigli di preparazione

È fondamentale tenere presente che l'anatomia individuale potrebbe impedire a alcune persone di optare per un piercing all'ombelico tradizionale. In tal senso, affidarsi a un piercer competente rappresenta un passo cruciale.

Questi esperti saranno in grado di guidarvi con competenza, valutando attentamente la vostra situazione e fornendo indicazioni precise sulla fattibilità di un piercing all'ombelico di base.

Nel caso in cui questa opzione non sia realizzabile, potranno altresì proporvi valide alternative, garantendovi un'esperienza sicura e soddisfacente. La vostra sicurezza e soddisfazione sono la loro priorità, e vi accompagneranno con empatia lungo tutto il percorso decisionale.

Piercing all'ombelico: Quando va fatto?

Un piercing all'ombelico richiede una cura attenta e pazienza nel processo di guarigione. L'idea di ottenere questo piercing in primavera, in anticipo sull'arrivo dell'estate, è senz'altro affascinante, poiché un gioiello ben scelto all'ombelico può conferire un tocco di glamour al vostro look da spiaggia.

Tuttavia, conviene valutare l'opzione di sottoporsi al piercing durante l'autunno, in modo da garantire il giusto tempo di guarigione per la stagione estiva successiva. Questo approccio favorisce un processo di guarigione più ottimale, evitando il rischio di rallentamenti causati dal contatto con sabbia e batteri durante l'estate.

Nella scelta del professionista che eseguirà il vostro piercing all'ombelico, è imperativo optare per un piercer di fiducia. La presenza di una figura competente è essenziale, non solo per rispettare rigorose norme igieniche e utilizzare materiali di alta qualità (come ad esempio l'ago sterile monouso) nell'esecuzione del piercing, ma anche per garantirvi un'esperienza confortevole e tranquilla.

La sensazione di benessere durante l'intero procedimento è altrettanto importante quanto il risultato estetico, e un professionista qualificato saprà assicurarvi entrambi con competenza e attenzione.

Piercing all'ombelico: è doloroso quando viene forato?

Poiché il piercing all'ombelico coinvolge una zona di tessuto carnoso, risulterà decisamente meno doloroso rispetto, ad esempio, a un piercing alla cartilagine dell'orecchio. Tuttavia, è importante sottolineare che ciò non significa che sarà totalmente privo di sensazioni.

Durante la procedura di piercing, potreste avvertire un leggero pizzicore che si dissolverà rapidamente, senza rappresentare un ostacolo insormontabile.

Nei giorni successivi all'esecuzione del piercing, è probabile che si manifesti un leggero fastidio, accompagnato da un lieve gonfiore.

Questo è un processo del tutto naturale e normale. Tuttavia, se il dolore dovesse risultare eccessivamente intenso, vi consigliamo caldamente di consultare il vostro piercer di fiducia.

Questo professionista sarà in grado di valutare la situazione e offrire indicazioni appropriate. Nel caso in cui siate incerti, non esitate a chiedere il loro parere su un eventuale consulto medico, affinché possiate affrontare il percorso di guarigione con tranquillità e serenità.

Guarigione di un piercing all'ombelico: spiegazioni

La guarigione di un piercing all'ombelico richiede un periodo di tempo adeguato. Nonostante possa sembrare completamente risanato dopo alcune settimane, è importante tener presente che una completa guarigione interna solitamente richiede dai 3 ai 6 mesi.

In questa delicata fase, è essenziale rispettare scrupolosamente le istruzioni di cura e manutenzione, al fine di favorire un processo di guarigione fluido e senza intoppi, evitando così di prolungare i tempi necessari. In situazioni più particolari, potrebbe persino essere necessario un periodo fino a un anno per raggiungere una guarigione completa.

Per tale ragione, vi consigliamo caldamente di pianificare una visita di controllo presso il vostro piercer di fiducia prima di considerare l'idea di interrompere la routine di cura.

Questa precauzione vi garantirà la certezza di un percorso di guarigione ottimale e vi offrirà la tranquillità necessaria durante tutto il processo.

Riconoscere un'infezione da piercing all'ombelico

È di fondamentale importanza distinguere tra infiammazione, irritazione e infezione nel contesto di un piercing. L'infiammazione e l'irritazione rappresentano risposte normali e intrinseche al processo di guarigione. Va sottolineato che le infezioni sono estremamente rare, infatti nel 98% dei casi si tratta di un caso di irritazione.

Qualora vi rendiate conto che il vostro piercing non sta seguendo una normale fase di guarigione, esistono alcuni segnali chiave per riconoscere una possibile infezione. In generale, in presenza di un'infezione, la zona attorno al piercing e i tessuti circostanti tenderanno ad assumere una colorazione rossastra, al contempo avvertirete calore e gonfiore nella regione. Potrebbe anche verificarsi la fuoriuscita di pus.

Tuttavia, è bene ricordare che il riconoscimento di tali segnali richiede una valutazione professionale. Se riscontrate qualsiasi cambiamento anomalo nella vostra guarigione, vi consigliamo vivamente di consultare il vostro piercer di fiducia. Saranno in grado di valutare la situazione con competenza e fornirvi indicazioni precise, garantendo così la vostra salute e il successo del processo di guarigione. La vostra tranquillità è la loro priorità principale.

Piercing all'ombelico: igiene e cura del piercing

Il percorso di cura di un piercing all'ombelico condivide alcuni aspetti con altri tipi di piercing, ma a causa della sua posizione, esistono considerazioni specifiche da tenere in considerazione.

Iniziamo con l'importanza di mantenere sempre le mani pulite prima di toccare il piercing, in modo da prevenire l'introduzione di batteri nella zona.

Evitare le spiagge è consigliabile. Nonostante rappresentino luoghi ideali per mettere in risalto il vostro nuovo piercing all'ombelico, è fondamentale evitare piscine, sabbia e altre ambientazioni suscettibili di trasportare batteri nel piercing. La sabbia in particolare potrebbe portare corpi estranei nella zona, aumentando il rischio di infezioni. Mentre la tintarella in piscina è possibile, è opportuno aspettare il termine della guarigione prima di tuffarsi in acqua.

La scelta di un gioiello adeguato è cruciale. È normale che il corpo possa reagire respingendo un nuovo piercing, specialmente quello all'ombelico. Questa eventualità può derivare da molteplici cause, tra cui l'uso di gioielli economici in metallo. Le dimensioni del gioiello sono un fattore rilevante: la barretta curva dovrebbe essere sufficientemente lunga da adattarsi al leggero gonfiore post-piercing, ma abbastanza compatta da non mettere tensione sulla zona. Pertanto, è consigliabile evitare l'adozione di gioielli troppo grandi o pendenti finché la guarigione non sarà completa. Se sorge il sospetto di un possibile rigetto da parte del corpo, è consigliabile consultare immediatamente il proprio piercer.

L'utilizzo quotidiano di una soluzione salina è essenziale. A causa della posizione dell'ombelico, la pulizia risulta un po' più impegnativa. Pertanto, è consigliabile pulirlo una o due volte al giorno utilizzando una soluzione salina come lo spray Neilmed, suggerito anche nel nostro sito, accompagnata da un impacco. È importante evitare alcool, esomedina, acqua ossigenata (che può irritare la cicatrice) o betadine (che può causare secchezza).

Le attenzioni verso gli indumenti non possono essere sottovalutate. Gli sfregamenti sul piercing all'ombelico richiedono particolare attenzione. Anche un contatto leggero va monitorato, in quanto potrebbe interferire con la guarigione o alterare l'effetto estetico del piercing. Evitate indumenti troppo aderenti o che possano incastrarsi nel gioiello. Fate attenzione anche ai jeans a vita alta che potrebbero causare sfregamenti continui. Alcuni suggeriscono di coprire il piercing con un impacco o una benda, ma tale pratica potrebbe limitare la respirazione della zona, creando un ambiente caldo e umido, favorevole alle infezioni.

Il vostro benessere e la riuscita del percorso di guarigione sono la priorità, quindi è consigliabile seguire queste indicazioni con attenzione e consultare sempre il vostro piercer di fiducia per qualsiasi dubbio o necessità.

Diversi tipi di gioielli per piercing all'ombelico

Nella maggior parte dei casi, il piercing all'ombelico prevede l'utilizzo di una barretta curva abbellita da una pietra naturale, spesso una gemma raffinata come uno zircone o un opale. È possibile optare anche per ciondoli, ma va notato che tali scelte saranno possibili solo una volta che il piercing sarà completamente guarito.

La decisione di adottare un gioiello che rispecchi il vostro stile è una componente cruciale di questa esperienza. L'attrattiva di una barretta curva con una pietra naturale è indubbiamente affascinante, in quanto aggiunge un tocco di eleganza e raffinatezza al piercing. Tuttavia, è essenziale ricordare che i ciondoli rappresentano un'opzione da considerare successivamente, una volta che la guarigione sarà completa e la zona sarà pronta ad accogliere tali dettagli. Il vostro piercer sarà in grado di fornirvi ulteriori dettagli e orientamenti sulla scelta dei gioielli più adatti in base al vostro stile e alle esigenze del vostro piercing. La vostra soddisfazione e il vostro benessere sono la priorità principale in ogni fase di questo percorso.

Materiale dei gioielli per piercing all'ombelico

Come sottolineiamo costantemente, la scelta dei materiali per i gioielli da piercing è un aspetto fondamentale, poiché non tutti i materiali sono uguali. Optare per gioielli di qualità e adatti alla fase di guarigione del piercing è essenziale per garantire un'esperienza priva di allergie e infezioni.

Oro

Se puntate a gioielli di eccellenza, l'oro e il platino rappresentano le opzioni migliori. Tuttavia, è importante specificare che ci riferiamo a gioielli in oro effettivo, non a quelli semplicemente placcati (che spesso nascondono acciaio, ottone o argento al loro interno). È consigliabile selezionare gioielli d'oro con una caratura di almeno 14, in modo che siano considerati idonei all'impianto e possano essere indossati durante il processo di cicatrizzazione o come gioielli di installazione. Gioielli con una caratura inferiore a 14 potrebbero contenere nichel, mentre quelli con una caratura superiore a 18 potrebbero risultare troppo flessibili per l'uso nei piercing.

Titanio

Il titanio è un metallo leggero e privo di nichel, rappresentando una scelta sicura per i vostri nuovi piercing. Tuttavia, è essenziale verificare che si tratti di titanio di grado impiantabile (Ti6Al4V ELI), come specificato dalla norma ASTM-F136. I gioielli in titanio possono essere anodizzati per ottenere una varietà di colorazioni (oro, oro rosa, blu, ecc.), offrendovi la possibilità di personalizzazione attraverso il processo di anodizzazione.

Acciaio chirurgico

L'acciaio chirurgico è una scelta popolare grazie al suo prezzo più contenuto, ma contiene nichel e quindi non è raccomandato, spesso neppure proposto come opzione. Tuttavia, esiste un tipo di acciaio compatibile, noto come ASTM-F138. Nel caso in cui desideriate optare per gioielli in acciaio, vi consigliamo di sceglierli con attenzione per evitare inconvenienti spiacevoli.

È chiaro che la scelta del giusto gioiello è essenziale per trasformare il vostro sogno di un nuovo piercing in una piacevole realtà. Vogliamo sottolineare l'importanza di essere vigili nella selezione dei vostri gioielli, onde evitare sorprese spiacevoli. Siamo impegnati anche nell'educarvi sulle differenze qualitative tra i vari gioielli da piercing, poiché spesso l'informazione in materia è limitata e non sempre obiettiva. In alcuni casi, siti o rivenditori potrebbero omettere di comunicare il tipo di metallo o il suo grado. Vi incoraggiamo quindi a porsi domande e a diffidare quando necessario.

Esplorate la nostra collezione di Anelli per Piercing all'Ombelico. Questa sottocategoria offre una vasta selezione di opzioni per personalizzare il vostro piercing all'ombelico.

Piercing all'ombelico: quanto costa?

Il costo di un piercing all'ombelico si colloca generalmente tra i 15€ e i 60€. Tuttavia, vi incoraggiamo a tenere a mente che, come accade per qualsiasi tipo di piercing, è essenziale orientarsi verso la qualità del servizio anziché focalizzarsi esclusivamente sul prezzo. La vostra sicurezza e soddisfazione sono prioritarie, pertanto è raccomandabile fare una scelta consapevole.

Un aspetto fondamentale da considerare è l'approccio del piercer. Sconsigliamo vivamente di scegliere un professionista che adotti una pistola per piercing.

Questa pratica non solo è meno precisa, ma può anche comportare rischi per la vostra salute. Inoltre, è cruciale che il piercer selezioni la dimensione del gioiello appropriata per il piercing all'ombelico. Questa attenzione dettagliata favorisce una guarigione ottimale e riduce il rischio di rigetto.

Tenete presente che la scelta di un piercer competente e professionale è un passo cruciale nel vostro percorso di piercing. Investire nella qualità del servizio vi garantirà non solo un risultato estetico appagante, ma soprattutto un'esperienza sicura e senza intoppi. Non esitate a porre domande e a informarvi in modo approfondito prima di prendere una decisione. La vostra salute e benessere sono al centro delle nostre raccomandazioni.

Tipi di piercing all'ombelico

Potrebbe sembrare che un classico come il piercing all'ombelico offra un'unica opzione, ma questa convinzione è lontana dalla realtà.

In realtà, esistono varie possibilità per personalizzare il vostro piercing all'ombelico in modo da rispecchiare al meglio il vostro stile unico. Una delle alternative è rappresentata dal piercing nella parte inferiore dell'ombelico, che inverte la disposizione tradizionale e si rivolge a coloro che preferiscono un gioiello posizionato leggermente più in basso rispetto al piercing all'ombelico standard.

Ma non finisce qui. Avete anche la possibilità di optare per un doppio piercing all'ombelico, un'opzione che offre molteplici combinazioni possibili. Tra queste, la variante più comune prevede l'accostamento di un piercing nella parte superiore e uno nella parte inferiore dell'ombelico.

La chiave sta nell'esplorare le diverse opzioni e scegliere quella che risuona maggiormente con la vostra personalità e gusti.

Ogni variante offre l'opportunità di creare un look unico e distintivo, consentendovi di esprimere la vostra individualità attraverso il vostro piercing all'ombelico. La flessibilità e la varietà disponibili sono aspetti che rendono ancora più affascinante questa forma di autoespressione.

Come cambiare facilmente il piercing all'ombelico?

Per il primo cambio del piercing si consiglia di farlo presso il proprio piercer di fiducia. Se volete farlo da soli, dovrete aspettare almeno fino alla completa guarigione del piercing (che può richiedere fino a 1 anno).

Prima di rimuovere il gioiello, ricordate sempre di lavarvi bene le mani. Dovrete quindi rimuovere la pallina sulla parte superiore del vostro piercing, in modo da poter sfilare il gioiello.

  • È possibile inserire il nuovo gioiello nello stesso modo;
  • è possibile utilizzare un unguento speciale per farlo scorrere più facilmente;
  • sarà poi necessario pulire il filo prima di attaccare la pallina per rimuovere l'unguento rimasto.

Scoprite anche i nostri magnifici piercing all'orecchio. Per un tocco di originalità, scegliete un piercing al naso della nostra collezione.

  • Spedizione entre 24/48 ore

    Consegna gratuita in Italia per un periodo limitato

  • Pagamento Sicuro

    Pagamento sicuro al 100% con carta di credito.

  • Soddisfatti o Rimborsati

    Restituzione facile in 14 giorni

  • Servizio clienti Italiano

    Assistenza via e-mail 7/7

1 su 4